Mercoledì, 21 Novembre 2018 11:02

Come scegliere il miglior CMS per il tuo sito web?

Scritto da Guido Montoleone

E così ti sei finalmente deciso a creare il tuo primo sito web ma tra i tanti CMS non sai quale sia quello giusto per te? Niente paura, in questo articolo ti spiegherò come fare a scegliere il Content Management System da utilizzare. Se invece sei qui perché vuoi contattare un web master ma prima vuoi capire come si realizza un sito web, beh anche tu sei nel posto giusto. Scopriamo quindi subito come scegliere il giusto CMS per il tuo sito web vetrina.

Di tutte le tecnologie utilizzate sul tuo sito web, una tra le più importanti, e a cui devi prestare maggiore attenzione, è sicuramente il Content Management System (CMS), ovvero un software utilizzato per avere il pieno controllo nella gestione dei tuoi contenuti. Un buon CMS dovrebbe consentirti di reperire facilmente gli aggiornamenti di sistema e di terze parti, oltre che consentirti una gestione tempestiva dell'intero sito web senza richiedere alcuna assistenza esterna al tuo web master. Alcuni pensano che una volta che un sito web venga messo online non necessiti più di alcuna manutenzione, niente di più errato. Il CMS, come anche le applicazioni di terze parti installate, devono essere periodicamente aggiornate in modo da poter apportare tutta quella serie di migliorie di sistema (come la risoluzione di bug di progettazione o di sicurezza) o funzionalità aggiuntive non presenti nelle versioni più datate. L’utilizzo di un CMS ridurrà ovviamente anche i costi operativi e di sviluppo. D'altro canto, un CMS mal progettato diventerà una delle principali fonti di frustrazione e necessiterà di tanto tempo, risorse e budget per inserire tutti i contenuti. Senza il supporto di un CMS dovrai invece fare sempre affidamento sul tuo sviluppatore web di fiducia per eventuali modifiche da apportare al tuo sito web.

Quale CMS è più adatto al mio sito web?

Capita l’utilità di servirsi di un CMS per lo sviluppo di un sito web, adesso vediamo di dare una risposta anche a questa domanda. Potrà sembrare banale, ma spesso le risposte corrette sono le più semplici, la scelta del CMS più adatto a te dipende dalle tue esigenze. Prima di iniziare un progetto, individua da solo oppure assieme al tuo web master le funzionalità che vuoi che abbia il tuo sito web (es. sito web vetrina, blog, sito e-commerce ecc.), fatti indicare quale tipologia di CMS intende affidarsi per lo sviluppo del progetto ed infine, richiedi una demo del sito web, anche in formato PDF. Assicurati che sia facile da usare e che abbia tutte le funzionalità di cui hai bisogno. Esistono letteralmente centinaia di CMS disponibili (alcuni open source, altri con licenza a pagamento e altri ancora creati appositamente su richiesta), in base allo scopo, all'applicazione e alla piattaforma da utilizzare. Di seguito sono elencate alcuni dei CMS più utilizzatii:

 CMS

 Piattaforma

 Pro e Contro

 WordPress

 Linux

è la scelta open source più popolare per piccoli e semplici siti web entry-level. Ha iniziato come piattaforma di blogging e rimane uno strumento popolare per la gestione di un blog. È molto user-friendly ma non è una scelta molto buona per CMS di livello enterprise a causa di problemi noti di personalizzazione, sicurezza e scalabilità.

 Joomla

 Linux

Progettato come piattaforma di community open source, con forti funzionalità di social networking. Offre una maggiore flessibilità rispetto a WordPress ma non è versatile come Drupal.

 Drupal

 

Drupal è la scelta open source migliore per siti web base o avantati che richiedono un'organizzazione di dati complessa. Tuttavia, il suo utilizzo richiede delle conoscenze più approfondite e, pertanto, non viene utilizzato per piccoli progetti di siti web vetrina o a livello amatoriale (diti web fai da te).

Ovviamente, e ci tengo a farlo presente, molti siti web corporate sono stati realizzati utilizzando i CMS di WordPress o di Joomla. Questo perché, molte aziende, anche di un certo livello di business, non hanno la necessità di dover richiedere enormi quantitativi di personalizzazioni o di gestione dati, specialmente per i siti web vetrina. Il discorso invece cambia notevolmente se l’azienda in questione si occupa di e-commerce, qui vengono preferiti altri software più performanti oppure creati appositamente per lo sviluppo di piattaforme di vendita online. Queata tipologia di CMS non verrà trattata questo articolo per evitare di crearti maggiore confusione.

Vantaggi di un CMS personalizzato
Esistono molti sistemi di gestione dei contenuti, ma nessun singolo CMS è adatto a tutti i siti web. In effetti, potresti avere l'impressione che non ci sia un singolo sistema che fa tutto il necessario. Se il tuo sito web richiede una grande quantità di funzionalità personalizzate, un CMS progettato su misura può essere la risposta. Con un CMS personalizzato, hai la possibilità di creare il tuo sito web in base ai requisiti specifici della tua attività. Le soluzioni CMS personalizzate sono generalmente progettate per essere altamente flessibili, offrono l'integrazione con applicazioni di terze parti e possono meglio adattarsi alle funzionalità avanzate del sito web. Per ovvi motivi, un CMS personalizzato presenta dei costi di sviluppo di molto superiori rispetto ad uno già preconfezionato in quanto lo sviluppatore, assieme al suo team, deve provvedere alla progettazione della sua struttura, alla scrittura del codice necessario per consentirti di avere le funzionalità richieste e all’aspetto grafico. Spesso, questa tipologia di CMS, viene richiesta da aziende abbastanza strutturate, che necessitano di una gestione dati avanzata oltre che personalizzata per il proprio business.

Facilità d'uso e livello di controllo
Il requisito principale di qualsiasi Content Management System dovrebbe essere la sua facilità d'uso e la quantità di controllo da parte dell’utente finale. Va detto che il controllo del CMS viene generalmente limitato dagli sviluppatori, tramite appositi permessi per evitare che l’utente finale possa apportare modifiche tali da provocare malfunzionamenti di sistema. Il livello di controllo a cui si fa riferimento in questo paragrafo riguarda invece l’aggiornamento dei contenuti già pubblicati, l’inserimento di nuovi contenuti e la creazione di nuove pagine (attività spesso limitata da gran parte degli sviluppatori per evitare possibili problemi di sistema provocati dagli utenti poco esperti). Se un CMS non ti consente di assolvere a queste funzionalità vuol dire che non è la scelta più corretta per il tuo progetto. Chiedi al tuo sviluppatore il livello di controllo che avrai con il CMS. Ad esempio, quali sono le caratteristiche e i componenti che potrai aggiornare sul tuo sito web rispetto a dover coinvolgere un suo intervento? Se prevedi la necessità di dover aggiornare i contenuti del tuo sito web ma il CMS non te lo consente, contatta il tuo web master per richiedere tutti gli strumenti necessari in modo da poter svolgere questa attività autonomamente. Ciò ti consentirà di farti risparmiare tempo e soprattutto denaro.

Funzionalità dei CMS
Le funzionalità di ciascun Content Management System variano da CMS a CMS, ma i più popolari offrono un set di funzionalità standard incluse nel sistema o personalizzate individualmente. Queste di seguito sono le funzionalità più importanti e di cui sicuramente avrai bisogno:

Livello di automazione
Navigazione e gestione dei collegamenti
Gestione contenuti multimediale
Gestione delle risorse
SEO friendly
Revisione e approvazione editoriale
Accesso autorizzato
Supporto multilingue

Livello di automazione: il CMS offre un'automazione sufficiente per semplificare gli aggiornamenti? Ad esempio, aggiorna automaticamente i collegamenti a contenuti appena caricati o aggiornati, crea miniature di immagini o converte i contenuti caricati nel formato appropriato? Un CMS mal progettato può portare a lavori ripetitivi e a contenuti duplicati. Un buon CMS deve invece rendere ogni aggiornamento rapido e semplice.

Navigazione e gestione dei collegamenti: supporta automaticamente l'aggiornamento dei collegamenti tra le pagine e tutte le forme di navigazione sul sito web?

Supporto Documenti e Multimedia: puoi caricare documenti e file di determinati formati, incorporare video e audio di siti web esterni? Puoi scrivere e pubblicare file testuali (articoli, news, descrizioni) in autonomia?

Gestione delle risorse: il CMS dispone di una libreria centrale per archiviare e riutilizzare immagini, documenti e così via?

SEO Friendly: quanto SEO friendly è il CMS? Crea automaticamente URL ottimizzati per i motori di ricerca?

Revisione editoriale e approvazione: puoi avere una procedura di revisione editoriale, in cui un utente prepara un articolo da pubblicare e un altro utente lo rivede prima della pubblicazione?

Accesso autorizzato: puoi assegnare privilegi e ruoli utente, consentendo agli utenti di avere livelli predefiniti di accesso?

Supporto multilingue: il CMS include il supporto per la traduzione del sito web in più lingue e consente agli utenti di selezionare una lingua a loro scelta?

Come vedi, per strutturare un buon CMS è necessario parecchio lavoro di progettazione oltre che di una continua revisione. I CMS open source sono quelli più utilizzati proprio per questo motivo. Offrono la possibilità di poter personalizzare quasi tutti i progetti più comuni in base alle esigenze degli utenti. Ti offrono un costante aggiornamento di sistema oltre che un’ampia disponibilità di guide utente o di community per la risoluzione dei problemi.

In conclusione, per scegliere il miglior CMS per il tuo sito internet, stabilisci di cosa hai bisogno ed in base a questo valuta il CMS che ti consente di soddisfare appieno le tue necessità.

Desideri sviluppare un sito web e vuoi alcuni chiarimenti? Contattami tramite il form per un consulto gratuito!