Martedì, 20 Novembre 2018 18:21

I 5 principali trend nella distribuzione degli hotel

Scritto da Guido Montoleone

Nel corso degli anni, anche se tutt’oggi parte delle medio-piccole realtà turistiche non lo vuole riconoscere, il panorama della distribuzione alberghiera ha subito una notevole evoluzione. Oggi, in un’era in cui la tecnologia si evolve a grande velocità ed il comportamento dei viaggiatori ha subito delle modifiche sostanziali, anche il canale della distribuzione alberghiera ha iniziato a svolgere un ruolo sempre più importante nella crescita del settore. Online si riescono a trovare infatti tantissime piattaforme di prenotazione capaci di aiutare i viaggiatori nella scelta della loro meta ideale, dell’hotel ideale e ad effettuare, addirittura, una comparazione delle tariffe di prenotazione tali da influenzare attivamente le valutazioni e le decisioni finali d’acquisto. Quindi, se dal lato dei viaggiatori l’ampia presenza delle OTA e delle piattaforme metasearch (non conosci la differenza? Approfondisci con la lettura di questo articolo) hanno reso più semplice il processo decisionale, dal punto di vista dell’industria alberghiera il discorso si è reso più complesso. Infatti, l’ampia presenza di queste piattaforme online ha reso molto più rilevante il processo di valutazione da parte dei manager e albergatori nella corretta identificazione de canali di vendita online più profittevoli da cui poter ricavare la massima visibilità a garanzia di un alto tasso di occupazione.
Ma quali sono i nuovi trend del 2019 con cui il management alberghiero dovrà fare i conti? Di seguito sono stati indicati alcune tra le più importanti tendenze, scopriamole subito:

  • Aumento del numero di canali di distribuzione - Una recente ricerca rivela che il 41% delle strutture alberghiere prevede di aumentare il proprio pool di canali di distribuzione entro il 2019. Questo dato statistico è una diretta conseguenza del notevole incremento dei canali di vendita online che si sono venuti a creare in questi ultimi anni.  Infatti, queste nuove piattaforme hanno avviato un processo di segmentazione del settore, dedicando i loro servizi a specifici segmenti di mercato (ad esempio: hotel di lusso, agriturismi, case vacanze ecc.) a differenza delle big company. Con l’aumento dei canali di distribuzione, il compito del management alberghiero deve essere molto più attento nella corretta valutazione dei canali di vendita a cui affidarsi.
  • Uso crescente dei metaserach – Le piattaforme metasearch sono divenute nel tempo un ottimo strumento di marketing per gli hotel. A differenza delle OTA, qui i manager e gli albergatori possono sviluppare appieno le loro strategie di Marketing, di Revenue Management e di Yeld Management, incentivando la propria reputazione online ed incrementando le prenotazioni dirette o indirette. L’uso di queste piattaforme è aumentato nel corso del tempo poiché i viaggiatori hanno imparato ad utilizzarle per confrontare le varie opzioni di alloggio, di tariffe, valutare le opinioni degli altri viaggiatori ed infine effettuare la prenotazione. Come accennato, grazie a questi metamotori è possibile potenziare la propria attività di disintermediazione a vantaggio delle prenotazioni dirette. Una enorme opportunità per le piccole e medie realtà alberghiere che non dispongono di un elevato budget da destinare alle varie piattaforme OTA e che, grazie ai metamotori possono catturare l’attenzione dei viaggiatori e generare grandi volumi di prenotazioni dal proprio sito web.
  • Concentrarsi sulla riduzione dei costi di distribuzione: le OTA di solito addebitano una commissione che può andare dal 15 al 18% per ogni prenotazione generata tramite la propria piattaforma. Questo tipo di attività di vendita va a ridurre il profitto generato per ogni camera venduta e, nel caso in cui non si abbiano altre fonti di vendita meno onerosi, anche i ricavi finali dell’hotel. Considerato che il fine ultimo di ogni attività imprenditoriale è quello di massimizzare i ricavi, molti albergatori e manager del settore hanno attuato una progressiva attività di disintermediazione dalle OTA, mantenendo i canali più profittevoli e destinando il budget risparmiato nella crescita del proprio brand. Il trend quindi è riuscire a ridurre i costi di distribuzione, incrementare la visibilità online e sui canali social con il fine ultimo di incentivare le prenotazioni dirette tramite il proprio sito web o dall'account social network. Quanto appena detto potrà sembrare un controsenso con quanto affermato in precedenza ma va fatto notare che non tutte le realtà alberghiere possiedono un management capace di attuare una politica di riduzione dei costi di distribuzione, commettendo l’errore (molto comune) di inserire la propria struttura in quante più OTA possibili e di navigare a vista.
  • Case vacanze – Tra le nuove tendenze che si svilupperanno nel 2019 vi sono anche le case vacanze. Si è visto che i viaggiatori non rivolgono più la loro attenzione sulle strutture turistiche standard come hotel, residence, agriturismi, B&B ma anche verso gli alloggi alternativi. Le case vacanze sono state quindi considerate una tendenza emergente che, grazie alle piattaforme di distribuzione, sono riuscite ad incrementare la loro visibilità, fornendo informazioni complete sulla loro disponibilità e sulle tariffe applicate, offrendo così una scelta più ampia al viaggiatore. La tendenza sta aumentando ad un ritmo senza precedenti, dovuta anche al fatto che molte strutture non creano più tariffe per lunghi periodi di soggiorno (oltre i 15 giorni) ma anche per periodi molto più brevi (dai 4 ai 7 giorni) che ne comporterà, nel medio tempo, un aumento delle prenotazioni e di conseguenza un aumento delle tariffe di vendita per tutto il settore.
  • Ruolo di Channel Manager: attualmente solo il 50% degli hotel in tutto il mondo impiegano un Channel Manager (letteralmente gestore di canale) dedicato. Questo figura sta sempre più assumendo un ruolo importante all’interno di una struttura alberghiera, ma di cosa si occupa il Channel Manager? Questa figura professionale si occupa della gestione dei canali commerciali e di comunicazione della struttura turistica, gestisce la reportistica del sito internet aziendale al fine di estrarre ed analizzare i dati di performance delle campagne di marketing e di individuare i canali più profittevoli.

    Il panorama turistico è in continua evoluzione e quelle appena descritte sono solo tra le più importanti tendenze del settore. Adesso che hai scoperto i trend del momento non ti rimane che sfruttarle al massimo per portare ad un livello superiore la tua struttura alberghiera.